Le scadenze del mese di Maggio 2022

Le scadenze del mese di Maggio 2022

Notizie Principali | Notizie Territoriali

26/04/2022



1° MAGGIO

Presentazione domande di riconoscimento dello svolgimento dei cosiddetti lavori usuranti

Entro domenica 1° maggio (giorno festivo), i soggetti che perfezionano i requisiti per l’accesso alla pensione nell’anno 2023 devono presentare la domanda di riconoscimento, per via telematica e corredata dal modulo “AP45” e dalla documentazione minima richiesta. Se la domanda viene presentata oltre il termine, l’accesso al trattamento pensionistico viene differito, al massimo, di tre mesi e, per il personale del comparto scuola e Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), al 1° settembre e al 1° novembre dell’anno successivo a quello di maturazione dei requisiti.

Vi rientrano, tra le categorie previste dal Dlgs n. 67/2021, i:

  • lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti;
  • lavoratori addetti alla cosiddetta "linea catena";
  • conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo;
  • lavoratori notturni a turni;
  • lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all'intero anno lavorativo.

Per andare in pensione in anticipo è necessario che il lavoratore abbia svolto l’attività usurante per almeno 7 anni, negli ultimi 10 di attività lavorativa, oppure per almeno la metà della vita lavorativa complessiva.

In generale, chi svolge lavori usuranti può ottenere la pensione di anzianità con:

  • 61 anni e 7 mesi di età, 35 anni di contributi e quota 97,6 per i lavoratori dipendenti;
  • 62 anni e 7 mesi di età, 35 anni di contributi e quota 98,6 per i lavoratori autonomi.

Per ulteriori informazioni sui requisiti per la presentazione della domanda di riconoscimento di accesso al beneficio invitiamo gli interessati a rivolgersi al Patronato INAS CISL.

 

DAL 1° MAGGIO AL 31 OTTOBRE 2022

Presentazione domanda all’INPS di indennità ISCRO 2022

A decorrere dal 1° maggio e fino al 31 ottobre 2022 è possibile presentare la domanda di indennità ISCRO per l’anno 2022, sia accedendo ai servizi web (con Spid, CIE o CNS), sia attraverso il Contact Center Integrato, ma anche avvalendosi del nostro Patronato INAS CISL.

Si tratta di una misura sperimentale, per il triennio 2021 – 2023: l’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa, denominata ISCRO è rivolta ai lavoratori iscritti alla Gestione Separata per lo svolgimento di attività libero professionale, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici.

In particolare, per avere diritto alla prestazione, è necessario:

  • essere iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata e non essere titolare di pensione;
  • non beneficiare del Reddito di cittadinanza;
  • aver prodotto, nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito da lavoro autonomo inferiore del 50% della media di quelli conseguiti nei tre anni precedenti alla presentazione della domanda;
  • aver dichiarato, nell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito non superiore a € 8.145, annualmente rivalutato;
  • essere in regola con i versamenti contributivi obbligatori;
  • essere titolare di partita IVA attiva da almeno 4 anni per l’attività che dà titolo all’iscrizione alla Gestione Separata.

L’indennità, erogata per sei mensilità per un importo mensile che può oscillare tra un minimo di 250 euro e un massimo di 800 euro, non dà diritto all’accredito della contribuzione figurativa.

L’accesso alla prestazione è ammesso una sola volta nel triennio 2021 – 2023 e la domanda deve essere presentata all’Inps entro il 31 ottobre dell’anno di riferimento.

La domanda per il 2022 può essere presentata soltanto dai soggetti che non l’hanno presentata per l’anno 2021 o che, avendola presentata, non hanno percepito la prestazione perché respinta o revocata dall’origine. Non può, invece, essere presentata da chi ha già beneficiato dell’indennità nel 2021, né da chi è decaduto dal diritto all’indennità, anche quando non ne abbia beneficiato per tutte le sei mensilità previste dalla legge.

Il richiedente deve autocertificare i redditi prodotti per ciascuno degli anni interessati, tranne nel caso in cui questi siano già in possesso dell’Inps e, quindi, precaricati nello schema telematico di domanda.

 

2 MAGGIO

Primo giorno bancabile del mese
Lunedì 2 maggio è il primo giorno bancabile del mese per il pagamento dei trattamenti pensionistici accreditati presso Banche ed Istituti di credito.

Anche per coloro che riscuotono la pensione presso Poste Italiane il pagamento delle prestazioni è ripristinato il primo giorno bancabile del mese. Per coloro che riscuotono direttamente la pensione presso uno degli sportelli degli Uffici Postali presenti sul territorio nazionale è prevista una calendarizzazione in base ad una turnazione alfabetica dal 2 al 7 maggio.

Invitiamo gli interessati a rivolgersi al proprio Ufficio Postale per verificare i giorni di riscossione in base alla lettera iniziale del proprio cognome.

 

Termine ultimo presentazione domanda all’INPS per bando: Soggiorni estivi 2022 presso le Case del Maestro
Pubblicato sul sito dell’INPS il bando di concorso per i soggiorni estivi 2022 presso le Case del Maestro, rivolto agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale in servizio o in pensione e loro parenti entro il secondo grado. Possono beneficiare dei soggiorni anche i vedovi e gli orfani di iscritti e pensionati, minorenni alla data di scadenza del bando, insieme all’altro genitore o al tutore.

I soggiorni estivi si svolgeranno dal 25 giugno 2022 al 17 settembre 2022.

La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 15 aprile 2022 alle 12 del 2 maggio 2022.

Rimandiamo al sito dell’INPS la lettura del Bando per i requisiti e modalità di presentazione della domanda

 

6 MAGGIO

Esonero imprese agricole: pagamento contributi dovuti
L’INPS ha riferito di aver concluso le attività di gestione delle domande di esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore delle imprese appartenenti alle filiere agricole, della pesca e dell'acquacoltura, comprese le aziende produttrici di vino e birra e di aver comunicato ai datori di lavoro l’importo dell’esonero autorizzato, che andrà versato entro tale data. il pagamento degli importi della contribuzione eccedente sarebbe infatti dovuto avvenire entro il 27 aprile 2022.

 

13 MAGGIO

Termine ultimo presentazione domanda all’INPS per bando di concorso per soggiorni estivi. Nuovo Fondo mutualità ex- IPOST 2022
L’INPS ha pubblicato il Bando di concorso per l’assegnazione di contributi per soggiorni estivi. I destinatari del concorso sono i lavoratori attivi iscritti al Nuovo Fondo Mutualità ex-IPOST.

Sono riconosciuti n. 200 contributi: i soggiorni dovranno essere effettuati presso Strutture liberamente scelte e situate sul territorio nazionale (alberghi, bed and breakfast, case vacanza, agriturismo, affittacamere, campeggi), effettuati nel rispetto delle norme anti Covid-19. Il potenziale percettore deve risultare iscritto al Nuovo Fondo Mutualità per un capitale di almeno 1.000 euro.

Si potrà godere del beneficio termale nell’arco temporale 1° giugno 2022- 30 settembre 2022, dove la quota di partecipazione sarà erogata per un massimo di sette giorni anche non continuativi.

I soggiorni fruiti in giorni non ricompresi nel periodo interessato, non saranno presi in considerazione ai fini del riconoscimento del contributo.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro la data del 13 maggio 2022 all’indirizzo: Direzione centrale Credito, Welfare e Strutture sociali - Area Politiche di assistenza e di inclusione sociale per gli iscritti ai fondi mutualistici - Concorso Soggiorni Estivi NF 2022 – via A. Ballarin 42 - 00142 Roma, corredata da copia del cedolino dello stipendio e dell’originale del certificato del medico ASL (codice regionale).

Rimandiamo al sito dell’INPS la lettura del Bando per i requisiti e modalità di presentazione della domanda

 

13 MAGGIO

Termine ultimo presentazione domanda all’INPS per bando di concorso per l’assegnazione di contributi per cure termali per i lavoratori EX-IPOST

I destinatari del concorso sono i lavoratori attivi iscritti al Nuovo e al Vecchio Fondo Mutualità ex Ipost.

I concorsi hanno ad oggetto il riconoscimento di n. 60 contributi per bando, al fine di coprire i costi derivanti dai soggiorni termali presso strutture liberamente scelte e situate sul territorio nazionale (alberghi, bed and breakfast, case vacanza, agriturismo, affittacamere, campeggi), effettuati nel rispetto delle norme anti Covid-19.

Si potrà godere del beneficio termale nell’arco temporale 1° giugno 2022- 30 novembre 2022, dove la quota di partecipazione sarà erogata per un massimo di sette giorni anche non continuativi.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro la data del 13 maggio 2022, all’indirizzo: Direzione centrale Credito, Welfare e Strutture sociali - Area Politiche di assistenza e di inclusione sociale per gli iscritti ai fondi mutualistici - Concorso Cure termali NF 2022, se i potenziali percettori sono iscritti al Nuovo Fondo Mutualità ex-IPOST, o, VF 2022, se i potenziali percettori sono iscritti al Vecchio Fondo Mutualità ex-IPOST– via A. Ballarin 42 - 00142 Roma, corredata da copia del cedolino dello stipendio e dell’originale del certificato del medico ASL (codice regionale).

La richiesta può essere anche inoltrata, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: dc.creditowelfareestrutturesociali@postacert.inps.gov.it.

Rimandiamo al sito dell’INPS la lettura del Bando per i requisiti e modalità di presentazione della domanda

 

31 MAGGIO

CASSA INTEGRAZIONE richieste per eventi non evitabili mese precedente da parte dei lavoratori di imprese industriali e dell’Edilizia

Entro tale data vanno presentate all'INPS, in via telematica, le domande di CIGO per eventi oggettivamente non evitabili verificatisi nel mese precedente. Ricordiamo che la Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori a cui è stata sospesa o ridotta l'attività lavorativa per situazioni aziendali dovute a eventi transitori e non imputabili all'impresa o ai dipendenti, incluse le intemperie stagionali e per situazioni temporanee di mercato.

Dal mese di gennaio 2022, sono destinatari della CIGO i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato (compresi gli apprendisti e i lavoratori a domicilio), con la sola esclusione dei dirigenti. Nella domanda di concessione devono essere indicati: 1) la causa della sospensione o riduzione dell'orario di lavoro; 2) la presumibile durata; 3) i nominativi dei lavoratori interessati e le ore richieste.