Inps. Tentativo di truffa in rete dati sensibili (phishing)

Inps. Tentativo di truffa in rete dati sensibili (phishing)

Notizie Principali | Notizie Territoriali

07/09/2020



Durante il periodo estivo, l'Inps, supportato dall'attività investigativa della Polizia di Stato, ha avvisato i cittadini riguardo ad un tentativo di truffa in corso tramite email di phishing.

In sostanza, questa tipologia di truffa, realizzata sulla rete internet, punta a sottrarre fraudolentemente dati sensibili attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli e di contenuto falso.

Nel caso dell'Inps, attraverso una e-mail con tanto di logo ed intestazione dell'Istituto previdenziale, i cittadini sono invitati a cliccare su un link che apre una pagina nella quale viene richiesto di selezionare una banca tra quelle contenute in un elenco e ad inserire quindi le proprie credenziali.

L'Istituto si è affrettato ad informare con un proprio comunicato stampa che tale messaggio è in realtà finalizzato a sottrarre fraudolentemente dati anagrafici e quelli relativi a carte di credito, con la falsa motivazione di un presunto bonifico non andato a buon fine in quanto i dati registrati nel sistema non sarebbero aggiornati.

Conseguentemente, l'Inps invita l'utenza, in particolare quella più anziana, a diffidare di tali e-mail nelle quali, dietro presunti ingannevoli rimborsi o pagamenti da parte dell'Istituto, si invita a cliccare su un eventuale link , a scaricare degli allegati, a rispondere e/o a fornire dei dati personali.

L'Istituto infatti, per motivi di sicurezza, non invia mai, in nessun caso, mail contenenti link cliccabili, mentre le informazioni sulle prestazioni sono consultabili esclusivamente accedendo direttamente dal portale inps.it.