Giornata mondiale della consapevolezza sugli abusi contro gli anziani

Giornata mondiale della consapevolezza sugli abusi contro gli anziani

Notizie Principali

15/06/2019



Il 15 Giugno di ogni anno si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sugli abusi contro gli anziani (World Elder Abuse Awareness Day –WEAAD), ufficialmente riconosciuta nel 2011 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite con risoluzione n. 66/127.
Il tema di quest'anno è: “Accesso alla giustizia: servizi legali, sociali ed economici per le persone anziane vittime di crimini sessuali, fisici e finanziari”.
La finalità della ricorrenza è quella di richiamare l'attenzione internazionale sulla problematica degli abusi contro gli anziani, che rappresenta una questione sociale di carattere globale e che riguarda la salute e i diritti umani di milioni di persone, e di sollecitare i governi e la società civile nella predisposizione di misure di prevenzione, strumenti giuridici e politiche più forti.

A distanza di quasi due decenni dall'adozione del Piano di Azione Internazionale di Madrid sull'Invecchiamento (Political Declaration and International Plan of Action on Ageing –MIPAA) e dopo oltre vent'anni dal Piano di Azione Internazionale della Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulle Donne, svoltasi a Pechino nel 1995, infatti, permangono ancora importanti lacune.

Secondo le Nazioni Unite, allo stato attuale, nel mondo:

- 1 persona ultrasessantenne su 6 (per un totale di 141 milioni di persone) ha subito negli ultimi anni una qualche forma di abuso;

- il numero di persone colpite crescerà rapidamente a causa dell'invecchiamento della popolazione, aumentando a 320 milioni di vittime entro il 2050 (se la proporzione delle vittime rimane costante);

- i tassi di abuso sugli anziani tendono ad essere più alti per coloro che vivono negli istituti piuttosto che per quelli che vivono nella comunità.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce l'abuso sugli anziani come: “il compimento di atti singoli o ripetuti o la deprivazione di azioni appropriate e necessari, nei confronti di una persona anziana, che si verificano all'interno di una qualsiasi relazione in cui vi sia una aspettativa di fiducia e che provocano all'individuo danno o angoscia”.
Questo tipo di violenza costituisce una violazione dei diritti umani e include: l'abuso fisico, sessuale, psicologico ed emotivo; l'abuso finanziario e materiale, l'abbandono e ogni altra situazione che deprivi materialmente o psicologicamente la persona anziana di autodeterminazione e dignità.

Si tratta di un problema - presente sia nei Paesi in via di sviluppo che in quelli sviluppati – che procura all'individuo conseguenze fisiche e psicologiche rovinose nel lungo termine; ciononostante rimane tuttora, imperdonabilmente, sottovalutato e sottostimato a livello globale. Esso è reso ancora meno comprensibile dalla difficoltà nel reperimento dei dati.

Per ulteriori informazioni https://www.un.org/en/events/elderabuse/.